info@davidumbrico.com
venerdì, Giugno 21, 2024
Calcioeditorialisport

LOOKMAN, IL SUPER EROE DI BERGAMO CITY

42views

L’Atalanta ha ottenuto una vittoria storica nella UEFA Europa League 2023-2024, conquistando il primo titolo europeo della sua storia sotto la gestione della famiglia Percassi. Questo trionfo è stato il risultato di una campagna impressionante, culminata con una vittoria per 3-0 contro il Bayer Leverkusen campione in carica della Bundesliga e reduce da una stagione senza mai perdere, 51 partite giocate e nessuna sconfitta, almeno fino al 22 maggio 2024. All’Aviva Stadium di Dublino i ragazzi di Gasperini giganteggiano in lungo e in largo senza mai abbassare l’intensità della fase offensiva e rimanendo costantemente sul pezzo anche nelle retrovie. La Dea è stata la più forte del torneo, nel suo cammino ha sconfitto lo Sporting Lisbona campione di Portogallo, il Liverpool nel momento in cui era al comando della Premier League, il Marsiglia e in finale i tedeschi, appunto. Il tecnico dell’Atalanta ha giocato un ruolo cruciale nella vittoria, guidando la squadra con la sua tattica aggressiva e il pressing alto. Gasperini è noto per il suo sistema di gioco flessibile che ha massimizzato il potenziale dei giocatori a disposizione. I suoi calciatori non hanno sbagliato nulla, concentrati su un unico obiettivo, portare a casa la vittoria. La serata magica dell’Atalanta verrà ricordata per sempre e resterà nel cuore e nella mente di tutti, specie per Ademola Lookman, autore di una stratosferica tripletta (quindi oltre la coppa si porta a casa pure il pallone) che ha mandato a casa i ragazzi di Xabi Alonso. Il Nigeriano ha segnato un gol più bello dell’altro, il primo su anticipo dentro l’area di rigore, il secondo con un tunnel e un tiro basso di destro a giro, e il terzo con un doppio passo seguito da una sassata di sinistro sotto la traversa. Nulla da fare per il portiere. E’ giusto però citare anche chi a centrocampo ha recuperato palloni come se non ci fosse un domani e impostato gioco come un direttore d’orchestra; Ederson e Koopmeiners hanno brillato di luce propria e incantato gli 8.000 tifosi della Dea presenti in Irlanda. Una partita perfetta quella dei bergamaschi, tutti al posto giusto nel momento giusto, complice il clima che Gasperini e il suo staff sono riusciti a creare. E’ la vittoria dell’Atalanta che rende orgogliosi tutti gli italiani, vince la programmazione lungimirante di una società sana, le idee di un grande allenatore, e il cuore di chi sostiene da sempre tutto questo incondizionatamente.Da domani inizierà a prescindere da tutto e da tutti un nuovo corso per la squadra dei Percassi, una famiglia innamorata della sua creatura più preziosa che, grazie alla loro dedizione, è riuscita ad arrivare al vertice del calcio europeo. E’ vero, rimane il dubbio della permanenza del mister e chiaramente di alcuni giocatori che si sono messi particolarmente in mostra, ma resta però il dna di questa squadra, una squadra provinciale ormai solo nel nome. La gente passa ma l’Atalanta rimane.