info@davidumbrico.com
venerdì, Giugno 21, 2024
Tennis

Uragano Sinner a Pechino

129views

L’altoatesino in finale schianta in due tie-break il russo Medvedev

Si conclude oggi una settimana storica per il tennis italiano e in particolar modo per Jannik Sinner che in finale a Pechino con un doppio 7–6 sconfigge per la prima volta la sua bestia nera Danil Medvedev. Ha vinto un Master 500 ma che vale come un 1000, Sinner ha infatti messo in riga i migliori partecipanti al torneo che, Djokovic a parte, li ha visti partecipare praticamente tutti. Già battendo in semifinale il n.2 del mondo Alcaraz, si è assicurato il suo best ranking eguagliando Panatta, infatti da lunedì sarà ufficialmente n.4 del mondo. E’ la nona sinfonia di questo straordinario ragazzo (eguagliato Fognini), che nonostante le sterili polemiche delle ultime settimane riguardo al forfait in coppa Davis, ha tirato dritto per la sua strada senza fiatare. Testa salda e colpi da maestro, sono questi gli ingredienti non troppo segreti che Jannik porta con sé, il duro lavoro col suo team, che sempre ringrazia, si vede eccome; è maturato, e le sconfitte sono state soltanto una palestra per aggiustare il tiro e portarlo dove è ora. Il servizio che meccanicamente era già perfetto ma poco efficace, risulta ora più incisivo e potente. Può ancora spingersi oltre Sinner, dal dritto e rovescio può uscire l’imprevedibile, la cattiveria a rete invece andrebbe un attimo affinata, chiudere prima il punto sarebbe preferibile, ma siamo certi che Simone Vagnozzi e Darren Cahill non sono di certo preoccupati e quindi noi con loro. E’ quasi fatta quindi per il traguardo delle Atp Finals, dove vedremo tutti insieme i migliori otto del mondo e certamente protagonista Jannik Sinner.

Abbiamo un patrimonio da proteggere e preservare tra le mani, il tennis, come il resto, è cambiato e va a ritmi più elevati, serve una preparazione fisica mirata e una programmazione intelligente. Non possiamo permetterci di compromettere rapporti per un’assenza giustificata in Nazionale; Jannik tiene fortemente al gruppo azzurro e lo dimostrerà senza dubbi in futuro. Ha avuto ragione lui.

Leave a Response